MANUTENZIONE IMPIANTI

PERCHE’ FARLA?

Innanzitutto perch????dal 2013 i programmi di manutenzione sono tutti definiti in funzione della macchina e sono normati!

La manutenzione di questi apparecchi non ?? solo prevista dalla normativa vigente, ma???? davvero importante farla per una lunga serie di motivi, legati al COMFORT, alla SALUTE, alla SALVAGUARDIA AMBIENTALE e alla salvaguardia del … PORTAFOGLI!

1?? Solo se il condizionatore ?? sottoposto periodicamente ai necessari controlli e alla opportuna manutenzione, si pu?? garantire il raggiungimento della temperatura ottimale, soprattutto in estate, quando il funzionamento ?? prolungato, e di conseguenza un adeguato benessere ambientale. Gli scambiatori di calore dei sistemi ad espansione diretta hanno un’alta efficienza, ma tendono ad ostruirsi facilmente con le particelle di pulviscolo che viene trattenuto dalle lamelle degli stessi. Lo sporco (oltre a rappresentare un rischio per la salute, come detto sopra) riduce la capacit?? di scambio e ci?? comporta un abbattimento del rendimento energetico dell’apparecchio: vuol dire consumare molta pi?? energia per ottenere le stesse prestazioni.

??2?? La manutenzione frequente dei condizionatori ?? indispensabile, non solo per mantenere efficiente la macchina, ma anche per preservare la salute di chi abita la??casa. Le??unit????componenti l’impianto, sia quella interna che quella esterna, infatti, sono costantemente a contatto con elementi presenti nell’aria, non solo polvere ma anche sostanze inquinanti e pollini, batteri e??muffe. Questi si depositano sulla copertura dell’unit?? esterna e possono attaccare le batterie, danneggiandole, spesso irreversibilmente. Inoltre le stesse sostanze possono intasare i filtri dell’unit?? interna facendoli diventare ricettacolo di germi e batteri, con conseguente formazione di cattivi odori e pericolo di allergie ed altre patologie;??inoltre viene impedita la corretta circolazione dell’aria ed aumenta la rumorosit?? di funzionamento. La pulizia dei filtri ?? un intervento spesso eseguito in modalit?? fai da te, ma questo tipo di approccio non ?? molto consigliabile, perch?? non ?? sufficiente l’utilizzo dei normali disinfettanti e detersivi per la casa affinch?? l’intervento sia efficace. L’igienizzazione compiuta da ditte specializzate, da compiersi almeno una volta all’anno / sei mesi, avviene invece con prodotti professionali e certificati.

3?? Un evento che pu?? verificarsi di frequente?? ?? rappresentato dalle perdite del gas utilizzato come fluido termovettore. Questo tipo di evento, oltre??ad avere un enorme impatto ambientale,???? uno dei fattori pi?? dannosi per il corretto funzionamento di un condizionatore. Quando si verificano queste perdite, infatti, si determina un calo del rendimento,??dell’apparecchio, con un contemporaneo aumento dei consumi energetici. In pratica, il condizionatore pur consumando pi?? energia, riesce a raffreddare meno di quanto richiesto. Questo calo prestazionale, pu?? sembrar strano, ma spesso non viene percepito dall’utente medio, in quanto questo tipo di perdite sono molto piccole, pertanto il calo di resa dell’apparecchio ?? molto graduale. C’?? anche da considerare che la mancanza (pi?? o meno parziale) di gas refrigerante comporta nel medio e lungo periodo il danneggiamento irreversibile del compressore, componente considerato il “cuore” dell’apparecchio di climatizzazione.

A CHI RIVOLGERSI?

Il condizionatore ?? un apparecchio elettromeccanico: intervenire su di esso senza la necessaria perizia ed esperienza pu?? rivelarsi molto dannoso. E’ sufficiente una piccola imprecisione??perch?? possa essere danneggiato l’intero impianto.

Non solo ?? necessario che l’installazione venga realizzata a regola d’arte, da personale qualificato e da aziende certificate, ma anche la sua manutenzione ?? altrettanto importante.??Affinch?? tutte??le varie funzioni degli apparecchi siano svolte sempre correttamente ?? importante verificare, nel tempo,??il buon funzionamento di ciascuna componente, in modo da provvedere, eventualmente, alla sua revisione, riparazione o sostituzione.

Per questo bisogna prevedere un programma di manutenzione stagionale dell’impianto da affidare ad una assistenza specializzata in condizionatori, con opportuna certificazione d’azienda F-Gas, che comprenda pulizia e controllo del funzionamento di tutte le componenti. In questo modo si potr?? scongiurare il verificarsi di guasti proprio nel momento di maggior bisogno ed evitare di incorrere?? in spese pi?? ingenti!

Per tutti questi motivi, quindi, ????necessario rivolgersi sempre a tecnici specializzati.

IN COSA CONSISTE UNA MANUTENZIONE?

Per valutare l’affidabilit?? ed efficienza di una ditta di manutenzione bisogna assicurarsi che effettui i seguenti interventi: (operazioni di manutenzione ordinaria)

– Pulizia??dell’unit?? interna

– Trattamenti disinfettanti e di sanificazione dell’unit?? interna

-??Pulizia??e sanificazione dei filtri antibatterici, e/o la loro sostituzione se e quando necessario

-??Pulizia batteria dell’unit?? esterna

– Verifica pressione dell’impianto refrigerante

– Controllo??dello stato delle??connessioni del circuito refrigerante

-??Ricerca di eventuali perdite del gas refrigerante, ed eventuale suo rabbocco (solo a seguito della riparazione/sostituzione delle parti che comportavano tale perdita!)

– Controllo sul buon funzionamento dei motori

– Controllo sul buon funzionamento del compressore

– Controllo sui pannelli di accensione / spegnimento / regolazione

-??Controllo sullo stato delle connessioni e delle componenti di natura elettrica??dell’impianto

HAI BISOGNO DI UNA MANUTENZIONE AL TUO IMPIANTO? CONTATTACI!

??